Opensuse: muoviamoci nel file system.

Le interfacce grafiche sono comode e utili per i programmi visuali, ma  velo dico con tutto il cuore in linux la shell (teminale) è qualcosa di veramente troppo utile per lavorare, sebbene io mi trovi in difficoltà nel suo utilizzo, devo dire che una volta presa la mano non ne potete fare a meno.

Come mai? Perché non troverete, ma uno che utilizza anche minimamente linux che non sappia almeno spippolare con il terminale e con tutta la buona volontà per alcune cose tra questi m’includo anch’io …ho almeno ne ho la presunzione, detto questo lascerò a dopo le motivazioni del tutto per ora scopriamo come muoverci nel file system.

Vi ricordo che potete attivare la shell anche da gnome o kde lanciandola dai programmi oppure passare a una sessione digitando ctrl+alt+fn (dove n è un numero che va solitamente da 1 a 6, 7 è utilizzato da xorg per la sessione grafica), effettuate il login e sarete pronti a muoverti nel file system ma vediamo come.

Questi i comandi più comuni

cd: per cambiare directory

ls: elencare i contenuti delle directory.

pwd: indica la directory dove siete.

Vi ricordo che linux e case-sensitive ovvero fa nettamente differenza tra maiuscole e minuscole.

cd

Acronimo di change directory è appunto il comando che serve per sosparsi fra le varie cartelle ecco alcuni esempi:

cd /home si sposta nella directory etc partendo dalla root (classico esempio di percorso assoluto).

cd lanciato da un prompt di sposta nella propria home directory.

cd .. si sposta nella directory superiore.

cd ..\.. si sposta nelle due directory superiori.

cd prova si sposta nella sub directory prova, ad esempio prova è una subdirectory di home, utilizzando un percorso assoluto avremmo digitato cd /home/prova.

ls

Questo comando elenca il contenuto di una directory ecco i vari parametri.

ls elenca solamente file e cartelle con i soli nomi.

ls -a visualizza i file nascosti, che in linux vengono preceduti dal punto (.) ad esempio .baschrc

ls -F indica dopo ogni nome il tipo di file,  “/” per le cartelle, “*” per gli eseguibili, “@” per i link simbolici, “l” per i file Fifo.

pwd

Acronimo di print working directory, visualizza la directory dove siamo attualmente.

  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: