Opensuse: conoscere la bash.

Nei sistemi operativi è impossibile comunicare direttamente con il kernel, perciò necessitiamo di uno strumento che ci permetta di interagire direttamente con questo, in linux questo strumento è rappresentato dalla shell.

La shell di linux ci permette di inviare comandi e convertirli in chiamate di sistema,  di inviare messaggi ai vari utenti oppure di utilizzarla anche come interprete di comandi.

In lnux esistono vari tipi di shell, sebbene quella di default nella maggior parte è la Bash (Bourne again shell) ve ne sono presenti varie versioni  ognuna con caratteristiche e funzionalità, ecco riportato di seguito un elenco:

  • Bourne again Shell    /bin/bash
  • Korn shell                   /bin/ksh
  • C shell                        /bin/csh
  • TC shell                     /bin/tsch

Ogni shell funziona come qualsiasi programma potete lanciare un terminale da gnome e dentro di esso switchare ad una shell differente semplicemente invocandola da dentro il prompt.

Le shell di differenziano tra login shell e non loginshell, la differenza consiste nel fatto che la prima (login shell) vine lanciata non appena un utente effettua il login sul sistema mentre la seconda viene lanciata da dentro una shell esitente.

La differenza sta anche nei file di configurazione delle varie shell ad esempio per le login shell i file che vengono letti quando una di queste vengono  invocate sono:

/etc/profile file di configurazione generale letto da tutte le shell, contiene le configurazioni di base generali.

˜.profile: questo file viene creato per ogni utente di un sistema opensuse, qui possiamo fare ogni tipo di personalizzazione del prompt.

/etc/bash.bashrc file di configurazione della bash, configurando questo possiamo definire parametric quail

  • Aspetto del prompt.
  • Colori del comando ls.
  • I vari alias

Le configurazioni generali per la bash vengono scritte nel file /etc/bash.bashrc.local che vine importato da /etc/basch.baschrc.

˜/.baschrc in questo file gli utenti possono personalizzare la bash.

Per le shell di tipo nonlogin, I file che vengono utilizzati sono /etc/bash.bashrc, /etc/bash.bashrc.local e ˜/.baschrc, bisogna precisare che in opensuse come in molti altri distro linux viene definito un setup generale per entrambi I tipi di shell tanto che gli utenti non notano abitualmente le differenze.

Possiamo applicare lwe varie modifiche alla n/s shell attraverso il commando source con questa sintassi

source ˜/.baschrc.

  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: