Networking: La suite TCP/IP – il protocolli IP, ARP, ICMP, IGMP.

Il protocollo IP (Inter-Networking Protocol) è responsabile all’interno di TCP/IP delle funzioni di addressing e di routing dei vari pacchetti verso un sistema remoto.

Con addressing si intende la funzionalità di creare una schema di indirizzi utilizzabile per identificare un sistema sulla rete (anche internet) e per determinare come utilizzare quell’indirizzo per instradare (route) i pacchetti verso quella destinazione.

Ip utilizza gli indirizzi IP, un indirizzo Ip è un numero univoco assegnato ad un sistema, computer host che sia del tipo 192.168.1.1 oppure 82.45.67.10, su questo protocollo della suite data l’importanza degli indirizzi ip dovremo dedicarci molto tempo.

Arp (Address Resolution Protocol) quando un host invia dati a un sistema remoto deve inviare i dati al Mac address del sistema da raggiungere.

Il problema è che a il tuo sistem conosce unicamente l’ip della macchina con cui vuole dialogare, come facciamo ad inviare i dati al mac address del sistema di destinazione se non conosciamo il mac address?

Arp nasce con questa funzionalità converte l’ip di un host di destinazione nel corrispettivo mac address,  poniamo l’esempio del computer A con indirizzo ip 192.168.1.10 che richiede il mac address dell’indirizzo di  B con indirizzo 192.168.1.11 effettuerà una richiesta di broadcast su tutta la rete per avere in ritorno il relativo mac address grazie ad Arp.

Riguardo ad Arp possiamo avere altre due implementazioni:

Reverse ARP (RARP): funziona in modalità opposta ad Arp converte un indirizzo Ip ne corrispettivo Mac address.

Proxy ARP: viene utilizzato quando un altro host risponde per le richieste Arp per conto di un altro host, questo protocollo devia i pacchetti inviati da un trasmitente al proxy Arp che si occuperà di inoltrare successivametne i pacchetti all’host di destinazione.

ICMP (Internet Control Message Protocol): il protocollo ICMP è un protocollo di controllo e di report, poniamo l’esempio classico di un ping inviato da prompt verso un host di destinazione, le classiche risposte del tipo “host non found” sono tutte generate da ICMP.

IGMP (Internet group Management Protocol): questo protocollo è responsabile per il multicasting, per l’invio simultaneo di data a gruppi di sistema alla volta, è un protocollo molto popolare per lo streaming video o il gaming online.

  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: