Networking: CIDR (Classless Inter-Domain Routing).

Una volta che abbiamo definito cosa sono le classi di rete è venuto il momento di dimenticarle, infatti le reti moderne possono funzionare ignorando le classi di rete.

Gli indirizzi di rete che utilizzano la definizione di classi a cui abbiamo accenato prima tipo A, B e C vengono chiamati classful addresses, oggi giorno le classi di rete si possono configurare utilizzando un numero arbitrario di bits per definire l’host e il network ID.

Perchè siamo arrivati a questo soluzione? Essenzialmente per due principali motivi:

In tempi passati prima molte aziende richiedevano un numero di indirizzi ip decisamente superiore agli indirizzi di classe C ma inferiore agli indirizzi di classe B, con il risultato che gli indirizzi ip di classe B rimanevano inutilizzabili e si stavano rapidamente esaurendo.

LA ICANN con il tempo smise di assegnare gli indirizzi di rete alle aziende rilasciando solamente agli ISP (internet service provider) un certo determinato numero di indirizzi ip, ciononostante il problema risultava un sovraccarico di indirizzi di classe C.

L’altro essenziale motivo erano i valori delle tabelle di routing gestite dai router delle backbone risultavano troppo complessse, in quanto in ognuna di esse comparivano più indirizzi di rete appartententi ad una azienda che si era fatta assegnare un range di classi di reti.

Il CIDR (Classless Inter-Domain Routing) è il metodo ad oggi utilizzato per indicare gli indirizzi IP,che ha soppiantato l’utilizzo delle classi, introdotto nel 1993 questo schema di indirizzamento consente una migliore gestione degli indirizzi e migliorale prestazioni dell’instradamento degli ip gestendo diversamente  e più efficientemente le tabelle di routing.

Questa  notazione detta anche slash notation viene appunto utilizzata per le reti definite classless,  permette di scrivere gli indirizzi in questa metodologia:

131.107.5.10/16 questo indica che la parte che definisce la rete sono I primi due otteti, in questo caso la subnet di questo indirizzo è 255.255.0.0.

Sebbene si possa utilizzare molteplici indirizzi di rete per la connessione ad internet , lo standard RFC 1918 definisce un range di classi di rete A, B e C denominate come non instradabili (nonroutable).

La defininzione non instradabili significa che utilizzando questi indirizzi per la rete locale anche in presenza di un router non sarà possibile far uscire sul web i computer e la connettività rimarrà limitata alla rete lan.

  1. #1 di rovine iberostar cozumel il agosto 16, 2016 - 8:54 am

    First of all I want to say terrific blog! I had a quick question which I’d like to ask
    if you don’t mind. I was curious to find
    out how you center yourself and clear your mind before writing.
    I have had difficulty clearing my thoughts in getting my thoughts out.
    I truly do enjoy writing however it just seems like the first
    10 to 15 minutes are wasted simply just trying to figure out how to begin.
    Any recommendations or tips? Cheers!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: